Il capostipite Nerone e la sua prima generazione discendente maschile di proprietà erariale.
 
     Tra gli stalloni impiegati nella prima fase di selezione (entro razza), Nerone fu senz’altro il più qualitativo.
 
 

Nerone (1924-1946)

(Dalla pubblicazione: Rassegna Ippica del Decennale - Roma, 1934)

 
 

     Nato nelle Murge nel 1924, esso fu acquistato il 18 Marzo 1927 - al prezzo, tutt’altro che irrilevante in quel tempo, di 8.500 lire - da un’autorevole commissione tecnica composta dal professor Nello Fotticchia, dal commendator Gustavo Nannarone, dal tenente colonnello Mario Martorelli, dal capitano Aristide Valletta e dal dottor Michele De Mauro. Aveva proporzioni (metri 1,51 di altezza al garrese, metri 1,84 di circonferenza toracica, metri 0,72 di lunghezza della spalla e metri 0,20 di perimetro dello stinco) esemplari della tipologia equina segnalata dal De Mauro nella riunione di Taranto del 1925, e dallo stesso accuratamente descritta in seguito, nel suo articolo del 1928. Fu utilizzato, come stallone erariale, dal 1927 al 1946. Nel primo anno della sua lunga carriera di riproduttore fu assegnato alla stazione ippica di Martina Franca; passò a quella di San Paolo di Civitate (Foggia) nel 1928 - mentre a Martina Franca funzionava l’anglo-normanno baio bruciato Damoiseaux - e di nuovo a quella di Martina Franca nel 1929 e nel 1930. Nelle note ufficiali che seguivano il suo nome, esso era così descritto nel 1930: (morello) da Schiavone (da Lentino oriundo della Razza Conversano e Pàndara del Sig. Lenti) e Montagnola 2a del Sig. Martucci (da Carrone e Montagnola 1a) … razza delle Murgie, attitudini sella e tiro, tassa di monta 100 (lire, n.d.r.), con la seguente precisazione: Nerone copre cavalle selezionate per la produzione del cavallo.

     Si trattava, dunque, di un soggetto di elevato pregio genealogico e zootecnico, specie se si consideri che i tassi di monta dell’altro stallone indigeno (Moro), dei riproduttori mezzosangue anglo-normanni e di quelli mezzosangue orientali ed anglo-orientali (Trakehner e Razza governativa di Persano) destinati all’area di origine della razza delle Murge non superavano, in quel periodo, le 40 lire.

 
 
 

                     

 

I dati relativi allo stallone Nerone

nell'Elenco Generale delle Stazioni Ippiche della Circoscrizione di Foggia (1930)

(Immagine ingrandita)

 
 
 

     Ad ulteriore conferma dell’alta considerazione in cui tale capostipite era tenuto valga il seguente brano tratto da un saggio dell’autorevole agronomo Luigi Croce, intitolato Il Problema zootecnico del Mezzogiorno agrario continentale (Melfi, 1930):

     Il Deposito cavalli stalloni di Foggia ha infatti, sin dal 1927, destinato alla monta per le cavalle selezionate di Martina Franca lo stallone Nerone, la cui origine risale alla razza del Conte di Conversano. E ciò molto opportunamente, in quanto il cavallo delle Murge ha veramente pregi notevolissimi; e se il centro dell’allevamento è ristretto, i caratteri di tale razza si riscontrano in tutta la popolazione equina delle Murge stesse, particolarmente adatta ed adibita al tiro di carretti, che sposta con carichi di 6 a 7 q.li per capo attaccato, su lunghi percorsi, ad andatura sostenuta.

 

     Nella documentazione sino ad oggi reperita, Nerone risulta essere stato impiegato nelle seguenti stazioni di monta:

 

-        a Martina Franca nel 1927;

-        a San Paolo di Civitate (FG) nel 1928 (nel contempo, a Martina Franca funzionava Damoiseaux, anglonormanno morello mal tinto, da Uchin figlio di Guichen e da Orèe figlia di Heurt);

-        a Martina Franca nel 1929;

-        a Martina Franca nel 1930;

-        a Bojano, in Molise, nel 1931 (contemporaneamente, a Martina Franca funzionava Palazzo, morello con stella, da Scarpone figlio di Derby e da Rosina figlia di Lampo, impiegato nella stessa stazione di monta anche nell’anno successivo);

-         a Bojano nel 1932;

-        a Noci nel 1933 (mentre a Martina Franca cominciava a funzionare il morello Granduca da Martina, da ascendenti ignoti);

-         a Torre Abbondanza (Noci) nel 1934;

-         a Laterza nel 1935;

-         a Ceglie Messapica nel 1936;

-         a Ceglie Messapica nel 1937;

-         a Spinete (in Molise) nel 1938;

-         a Trivento (in Molise) nel 1939;

-         a Teramo (in Abruzzo ) nel 1940;

-         a Minervino Murge nel 1941;

-         a Faeto (Foggia) nel 1942;

-         a Faeto (Foggia) nel 1943;

-         a Faeto (Foggia) nel 1944;

-         a Faeto (Foggia) nel 1945;

-         a Noci nel 1946.

 

     Di notevole rilievo storico, oltre che zootecnico, è il fatto che nella stazione di monta di Chiancarello, in agro di Mottola - vale a dire in piena zona di allevamento selettivo del cavallo delle Murge - fosse impiegato, negli anni 1931 e 1932, il riproduttore lipizzano grigio scuro Conversano Roma (da Conversano Austria, figlio di Conversano Traga, e da Roma, figlia di Neapolitano Ancona), di proprietà del Deposito cavalli stalloni di Foggia.

 
     Da Nerone discesero, in prima generazione, i seguenti stalloni erariali morelli:

    

-     Angelo (da Nerone e Montagnola, da Barone II e Cocò), nato nel 1928, utilizzato a Fasano nel 1931, a Noci nel 1932, a Chiancarello (Mottola) nel 1933, ad Alberobello dal 1934 al 1936, a Crispiano dal 1937 al 1939, a Ginosa nel 1940 e nel 1941, ad  Accadia dal 1942 al 1945, a Troia dal 1946 al 1948, ad Ascoli Satriano nel 1949, ad Orta Nova, a Tenuta Capacciotti ed a Larino nel 1950;

 

 Discolo (da Nerone e Peppinella del signor Martino Schiavone), nato nel 1931, utilizzato a Ceglie Messapica nel 1935;

 

-       Conte di Conversano, già Davide I (da Nerone e Peppina del signor Giovanni Simeone), nato da parto gemellare nel 1931, impiegato ad Ostuni nel 1935, a Noci nel 1936, a Martina Franca dal 1937 al 1941, a Ceglie Messapica nel 1942, a Noci dal 1943 al 1945, ad Alberobello nel 1946, a Martina Franca dal 1947 al 1949, ad Altamura nel 1950, a Martina Franca ed a Fasano nel 1951, a Martina Franca nel 1952.

 
 

Conte di Conversano (1931-1952)

(Dalla pubblicazione: Rassegna Ippica del Decennale - Roma, 1934)

 
 
 

INDIETRO

AVANTI       
 
 

C.d.M.it      -.- -.-.-          www.cavallodellemurge.it